Il governo brasiliano ordina di registrare gli avvistamenti di UFO

Postato il 12 agosto 2010 da Amministratore in Ufologia
Tags:

Strano ma vero: in materia di UFO si deve registrare una nuova e significativa presa di posizione di un Governo. Anzi, nel caso del Brasile c’è qualcosa di più: un provvedimento ufficiale e immediatamente operativo, del quale ha riferito la BBC nella sezione America Latina del suo sito online.
L’amministrazione di Brasilia ha disposto che l’Aeronautica Militare d’ora in poi registri meticolosamente ogni avvistamento di oggetti non identificati. Il rapporto su tutto quello di inusuale che si noterà, dovrà essere il più dettagliato possibile: andranno inclusi anche eventuali filmati e fotografie. Nell’operazione saranno coinvolti pure i piloti civili e i controllori del traffico: i dati raccolti saranno conservati a Rio de Janeiro e messi a disposizione degli scienziati e dei ricercatori.
L’Air Force si è messa a disposizione, salvo precisare che si limiterà a registrare: non ordinerà insomma ai piloti di tentare l’ingaggio con gli Ufo (forse non è una cattiva idea…) e non si occuperà di approfondire i casi con ricerche specifiche, non avendo le strutture adatte per farlo.
Il fenomeno degli UFO ha avuto una certa escalation anche in Brasile. Nella storia ci sono almeno due episodi mai veramente chiariti.

Il primo risale al 1986: fu proprio l’Aeronautica a occuparsene, dal momento che alcuni jet dovettero decollare su allarme da una base di San Paolo; in cielo erano apparsi oggetti dalla natura e dal comportamento stranissimi.

Nove anni prima, invece, nella città amazzonica di Vigia si era registrato un caso collettivo, catalogabile in una via di mezzo tra gli incontri ravvicinati del terzo e del quarto tipo (che contemplano l’abduction, cioè il rapimento della vittima): alcuni residenti sostennero di essere stati attaccati da esseri che non potevano essere terrestri, nel senso di umani o animali.

Infine, di recente il quotidiano “O Dia” ha pubblicato la testimonianza di un controllore di volo: “Gli avvistamenti sono stati riportati al massimo livello; mi risulta che molti ministri e addirittura un ex presidente della Repubblica abbiano ammesso di aver visto degli Ufo”.

Che cosa c’è di vero? A scanso di equivoci, gli ufologi brasiliani hanno già chiesto che tutta la documentazione che sarà raccolta venga resa pubblica così com’è. Senza filtri e attese.

A una persona piace questo articolo